posted by on News

No comments

ATTENZIONE. CAUSA ALLERTA METEO IL SEMINARIO è RIMANDATO A VENERDì 16 NOVEMBRE 2018, STESSO LUOGO, STESSI ORARI, STESSO PROGRAMMA.

L’immagine dell’archivio. Trattamento e valorizzazione degli archivi fotografici

Venerdì 16 novembre 2018
Villa Bertelli, Via Giuseppe Mazzini, Forte dei Marmi
Ore 9.00-18.30

Il seminario è rivolto ai responsabili delle Istituzioni culturali e ai professionisti del settore archivistico, bibliotecario, museale ed è stato proposto dalle Reti archivistiche di Massa-Carrara e Lucca all’interno del bando regionale “La cooperazione: una strategia diffusa per la qualità dei servizi delle reti documentarie toscane per l’anno 2018.

 Si intende, con questa giornata, offrire consigli di buone pratiche per enti pubblici e privati che vogliano ben conservare, rendere fruibili e valorizzare i propri fondi fotografici. Sono in benvenuti dunque anche i professionistiche, archivisti e bibliotecari catalogatori che schedano e descrivono, ma soprattutto pensato per istituzioni che vogliano capire come approcciarsi ai propri fondi, come stendere un progetto, cosa prevedere, quali costi, quali priorità e quali strumenti.

Sarà inoltre un’occasione di scambio di conoscenze tra enti e professionisti del settore delle province di Massa-Carrara, Lucca e La Spezia e per conoscere due realtà (Archivio fotografico lucchese e Mediateca regionale della Spezia) che hanno avviato progetti di gestione coordinata e collettiva di collezioni fotografiche.

 Saranno presenti, oltre ai rappresentanti di Soprintendenza Archivistica della Toscana, Anai (Associazione Nazionale Archivisti Italiani) e Reti documentarie provinciali, Barbara Bergaglio, esperta di fotografia storica (CAMERA Centro Italiano per la fotografia in Italia), Enrico Demaria , esperto di progetti digitali (Astra Media, Torino), Maria Francesca Guardamagna, esperta di diritto d’autore, studio legale GeA lex, Elvira Tonelli, esperta di conservazione e restauro (La fototeca, Bologna), Roberta Correggi, responsabile del sistema bibliotecario urbano della Spezia e Archivio storico fotografico del comune della Spezia, Francesca Concioni e Francesca Puccini (Archivio fotografico lucchese).

L’ingresso è gratuito.
L’evento si terrà a Villa Bertelli, Via Giuseppe Mazzini, 200, Forte dei Marmi (LU)
Per informazioni Segreteria organizzativa Associazione Surus 335 8108723 – 3201140420
Pre-iscrizione obbligatoria ai numeri indicati oppure via mail info@surus.it oppure tramite www.eventbrite.it

 

posted by on News

No comments

Per il Maggio dei Libri l’Associazione Surus e le intraprendenti Biblioteca Diocesana di Massa, Biblioteca dell’Istituto Domenico Zaccagna di CArarra, Biblioteca Civica Stefano Giampaoli, Biblioteca della Scuola Primaria La Salle, Scuola dell’Infanzia Cervara, e la Libreria della Solidarietà di Massa sono liete di presentare:

Giovedì 3 maggio 2018, ore 18.30
in Biblioteca Diocesana in collaborazione con il Seminario Vescovile di Massa, Via dei Colli 2, Massa
Tolkien: l’Omero cristiano del XX sec.?
Incontro con Paolo Gulisano

Sabato 5 maggio, ore 18
Centro Dal libro alla solidarietà, Via dei Colli 4. Massa
Presentazione del libro di Saleh Addonia, “Lei è un altro Paese”, Edizioni Casagrande.
Sarà presente la traduttrice, Nausikaa Angelotti

Domenica 6 maggio, ore 16
Biblioteca Civica Stefano Giampaoli di Massa – Sala ragazzi
Lo voglio chiamar Pinocchio. Laboratorio per bambini dai 5 ai 10 anni. Numero partecipanti max 7. Costruiamo con la carta il nostro burattino.

Mercoledì 9 maggio, ore 14.00 [solo per gli allievi della scuola primaria]
Scuola Primaria La Salle – Massa
La strana storia del libro che non c’è più. Laboratorio su storia della scrittura, del libro e delle biblioteche. 

Domenica 13 maggio, ore 16
Biblioteca Civica Stefano Giampaoli di Massa – Sala ragazzi
Tulipano d’auguri. Laboratorio per bambini dai 5 ai 10 anni. Numero partecipanti max 7. Creiamo un biglietto d’auguri molto speciale per le nostre mamme.

Da Martedì 15 a sabato 19 maggio 2018
Biblioteca Istituto Domenico Zaccagna di Carrara, Viale XX Settembre, 116
Mostra Le nostre Città Invisibili.
Interpretazione grafica delle visionarie Citta Invisibili di Italo Calvino a cura degli studenti dell’Istituto Domenico Zaccagna di Carrara.

Mercoledì 16 maggio, ore 14.00 [solo per gli allievi della scuola primaria]
Scuola Primaria La Salle – Massa
La strana storia del libro che non c’è più. Laboratorio su storia della scrittura, del libro e delle biblioteche. 

Domenica 20 maggio, ore 16
Biblioteca Civica Stefano Giampaoli di Massa – Sala ragazzi
La rosa del Piccolo Principe. Laboratorio per bambini dai 5 ai 10 anni. Numero partecipanti max 10. Realizziamo con la carta la rosa de Il Piccolo Principe.

Lunedì 21 maggio, ore 9.00 [solo per gli allievi della scuola dell’infanzia]
Scuola Infanzia Cervara
La strana storia del libro che non c’è più. Laboratorio sulla storia del libro e sul riordino della Biblioteca.

Mercoledì 16 maggio 2018, ore 16.00
Biblioteca Istituto Domenico Zaccagna di Carrara, Viale XX Settembre, 116
W Wislawa e le altre.
Lettura di poesie e thè in Biblioteca

Sabato 19 maggio 2018, ore 18
Centro Dal libro alla solidarietà, Via dei Colli 4, Massa
Presentazione del romanzo “Terra di confine” di Raymond Williams, Edizioni Paginauno, Milano. Saranno presenti l’editore, Walter Pozzi, e il traduttore, Carmine Mezzacappa

Sabato 19 maggio e domenica 20 maggio 2018
Una Giornata mondiale del libro in Piazza Aranci a Massa
Mercatino del libro, Maratona di presentazioni, Letture e Laboratori
Tutti i cittadini bibliofili, le biblioteche, le librerie, le associazioni sono invitate a partecipare

Martedì 22 maggio 2018, ore 18.30
in Biblioteca Diocesana in collaborazione con il Seminario Vescovile di Massa, Via dei Colli 2, Massa
Il vangelo di Tolkien
Incontro con Marco Respinti

Mercoledì 23 maggio, ore 14.00 [solo per gli allievi della scuola primaria]
Scuola Primaria La Salle – Massa
La strana storia del libro che non c’è più. Laboratorio su storia della scrittura, del libro e delle biblioteche. 

Domenica 20 maggio, ore 16
Biblioteca Civica Stefano Giampaoli di Massa – Sala ragazzi
Letture in Biblioteca. Laboratorio per bambini dai 4 ai 10 anni. Numero partecipanti max 10. Divertiamoci con tante storie

Mercoledì 30 maggio, ore 14.00 [solo per gli allievi della scuola primaria]
Scuola Primaria La Salle – Massa
La strana storia del libro che non c’è più. Laboratorio su storia della scrittura, del libro e delle biblioteche. A cura di Marina Carbone

Per informazioni seguire le pagine facebook di Associazione Surus, Biblioteca Diocesana Massa e Libreria della Solidarietà o telefonare ai numeri 3290088655 – 3201140420

posted by on Senza categoria

No comments

L’Associazione Surus è lieta di comunicare che sarà nuovamente presente le domeniche di marzo-giugno 2018 per offrire agli utenti, con la consueta gentilezza e disponibilità, tutti i servizi della Biblioteca Civica e non solo:

per chi lo desidera le bibliotecarie forniranno aiuto ed informazione sull’utilizzo di Media Library on Line e delle risorse digitali del catalogo Erasmonet, a disposizione gratuita di tutti gli utenti iscritti ad una delle Biblioteche della Rete Provinciale delle Biblioteche;

inoltre saranno organizzati laboratori per bambini a partire da aprile e, compatibilmente con la disponibilità del Comune, altri eventi culturali nelle domeniche di Maggio;

ancora, ogni domenica, le bibliotecarie pubblicheranno sulle pagine social dell’Associazione una Vetrina della Domenica, dove racconteranno in poche righe ed immagini una sezione speciale, una raccolta, un autore dimenticato.

Per queste attività e molte altre seguici su: 
facebook-logo_0

 

Ed ecco il programma dei laboratori di maggio 2018

Arci Surus Booking

Gen
2018
07

posted by on Senza categoria

No comments

Una nuova avventura quella di Arci Surus Booking … Surus è, secondo gli storici, il nome dell’elefante che Annibale Barca, leggendario generale cartaginese, montava quando nel 218 a.C. partì per affrontare i romani nella seconda guerra punica; da qui mutua l’idea di un’agenzia di booking “antimperialista”, che avanzi lentamente ma ostinatamente, come un’elefante appunto, per tracciare una rotta salvifica dentro la nullezza dei testi e la pochezza artistica dilaganti nella maggior parte delle radio e delle televisioni mainstream (e non solo). Dal momento che si tratta di una vera e propria agressione all’arte credo sia giusto e lecito ribellarsi con i mezzi propri dell’arte stessa…
leggi tutto alla pagina dedicata

posted by on Senza categoria

No comments

La storia del turismo e di un territorio nell’archivio storico fotografico dell’ex APT.
10-23 giugno 2017 – Villa Cuturi, Lungomare Vespucci, 24, Marina di Massa.
Inaugurazione sabato 10 giugno 2017 ore 17.00

Sarà un viaggio in un novecento non troppo lontano quello che la mostra Scatti d’archivio offrirà ai visitatori dal 10 giugno 2017 a Marina di Massa, nelle sale espositive di Villa Cuturi. L’evento, che vedrà esposte, proiettate e consultabili fotografie dell’archivio storico fotografico dell’ex APT dagli anni ’20 agli anni ’70 del XX secolo, è prima di tutto una mostra documentale che vuole presentare al pubblico l’Archivio del turismo, che raccoglie 80 anni di attività turistica dell’ente nelle sue varie trasformazioni istituzionali, acquisito dalla Provincia nel 2011, e l’Archivio provinciale stesso, prezioso patrimonio della comunità, che custodisce la memoria del territorio dal 1859, anno della fondazione dell’Ente, ad oggi.

Gli archivi prima di tutto, dunque, beni culturali poco noti ma essenziali alla ricostruzione della storia personale e collettiva nonché alla salvaguardia dei diritti del cittadino.
La fototeca storica dell’Agenzia per il Turismo di Massa Carrara, già Azienda di promozione turistica, già Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo, è stata oggetto di schedatura e parziale digitalizzazione in un progetto archivistico sostenuto da Archiweb (Rete degli archivi provinciali della Provincia di Massa-Carrara) e Regione Toscana: sono circa 3000 i fototipi a stampa, riferibili al quarantennio anni ’20 – anni ’60 del ‘900, descritti e caricati su un database prossimamente fruibile on line grazie al progetto XDAMS, una piattaforma di gestione documentale open source a cura di Regesta.exe.

Le immagini rappresentano tutto il territorio provinciale, dai luoghi d’arte a vedute aeree, da scorci di paesaggi a eventi culturali; compaiono autorità, artisti, comuni cittadini; si riconoscono ville storiche, colonie, infrastrutture e evoluzioni urbanistiche.

Per questo carico emozionale che gli archivi fotografici portano con sé, la mostra intende coinvolgere in maniera diretta e appassionante la cittadinanza. Durante la mostra ciascun visitatore, se interessato, può rilasciare un’intervista legata ad una o più fotografie esposte. Sarà occasione infatti di riconoscere nei fototipo esposti quando sé stessi, quando i propri genitori o nonni, quando i propri luoghi di infanzia, il territorio trasformato o eventi a cui si è partecipato. Tali interviste saranno allegate come file multimediali al catalogo on line dell’archivio fotografico.

Per chi non potrà visitare personalmente la mostra, Scatti d’archivio sarà anche una mostra virtuale, dal 10 giugno visitabile on line sul portale del Mibactwww.movio.it e all’indirizzo http://www.scattidarchivio.it

L’archivio storico fotografico è solo uno dei subfondi di interesse archivistico e bibliografico dell’archivio del turismo e le immagini esposte nella mostra che si terrà dal 10 al 23 giugno 2017 sono dunque solo tracce di percorsi ben più ampi a disposizione dello studioso: l’archivio documentale consiste in circa 1400 unità di conservazione che testimoniano la vasta attività dell’ente dal 1929, anno del riconoscimento della frazione di Marina di Massa quale “stazione di cura, di soggiorno e turismo”, al 2011, anno della soppressione delle Agenzie per il Turismo. L’Archivio fotografico è poi anche un corposo archivio digitale, di circa 8000 file. È archivio audiovisivo, composto da riprese cinematografiche e video di promozione del territorio, realizzati a partire dagli anni ’70 e conservati su supporti vari (pellicole, vhs, dvd), la cui consistenza non è ancora stata identificata; è archivio eidografico, ovvero centinaia di brochure promozionali, elenchi alberghi, cartografie, depliant e cataloghi di mostre; sebbene tipologie non propriamente archivistiche sono a tutti gli effetti prodotto dell’attività dell’ente il ricco fondo librario, oggi acquisito dalla biblioteca provinciale, composto di ca. 2000 volumi di interesse turistico, economico e storico locale e la pinacoteca, 59 dipinti acquisiti dall’ente dagli anni ’50 al primo decennio del XX secolo in occasione di esposizioni e collettive e individuali; tra questi opere firmate da autori di fama nazionale e internazionale quali Ernesto Treccani, Arturo Puliti, Francesco Musante.

L’archivio storico fotografico, l’archivio del turismo e l’archivio provinciale sono archivi pubblici e per questo liberamente consultabili da cittadini, studiosi, ricercatori, che ne facciano richiesta. Sebbene i lavori di descrizione e riordino sono ancora in corso, una parte di essi è parzialmente consultabile presso la sede della Provincia, Palazzo Ducale, in Piazza Aranci e presso l’Archivio di Stato di Massa.

Il riordino di questo patrimonio fotografico vorrebbe gettare le basi di uno sviluppo futuro mirato alla nascita di un Archivio fotografico digitale diffuso della provincia di Massa-Carrara, ovvero un censimento prima e un portale poi, dedicato ad illustrare e presentare tutti gli archivi storici della provincia, pubblici e privati. Una grande opportunità per il territorio a partire dai luoghi del turismo (stabilimenti balneari, alberghi, colonie industriali, terme, cave di marmo ma anche beni architettonici ed artistici oggetto di promozione turistica), che potrà coinvolgere in futuro albergatori, fotografi professionisti, istituzioni culturali e privati che vogliano condividere e mettere a disposizione sul web, senza privarsene, il proprio patrimonio fotografico.

Il progetto Scatti d’archivio è stato curato e coordinato dall’archivista provinciale Marina Carbone e dall’archivista Veronica Bagnai Losacco e dalla storica dell’arte Sara della Bianchina; la parte grafica è stata curata da Annachiara Lenzetti; la mostra virtuale da Mario Testa; si ringraziano Archiweb e le dott.sse Francesca Guastalli e Monica Armanetti per il sostegno e la collaborazione, Regesta.exe per l’opportunità della piattaforma Xdams e la disponibilità nella consulenza tecnica, l’assessore Elena Mosti e Mauro Fiori per la gentile concessione degli spazi espositivi.

Info
Marina Carbone
Archivio provinciale Massa-Carrara
m.carbone@provincia.ms.it – 3201140420

posted by on News

No comments

Gli incontri, a cura dell’Associazione culturale di volontariato Centro culturale apuano Luigi Bonacoscia, in collaborazione con Cesvot, Biblioteca Diocesana, Associazione Surus e Archivio Diocesano di Massa, si propongono di introdurre al micromondo delle biblioteche e degli archivi, così spesso luogo di richiamo per volontari di ogni età ma anche tirocinanti universitari e studenti che impiegano, per periodi più o meno lunghi, il loro tempo tra libri e carte.

Un percorso che racconti delle differenze innanzitutto tra questi tipo di beni culturali, che introduca ai principi teorici e che allo stesso tempo mostri in pratica quale sia il mestiere di archivista e quale di bibliotecario.

A partire dalla gestione dei documenti e delle raccolte alla catalogazione / descrizione, passi essenziali per conservare, ritrovare, tutelare; i rapporti con il pubblico e tutto il mondo del reference e della valorizzazione delle raccolte stesse. La ricerca, poi, non solo dei propri documenti ma di quelli posseduti dal resto del mondo, oggi così vicini grazie all’affascinante rete del web e delle risorse digitali.

Riuscire a far percepire quanto preziosi siano questi manufatti, antichi e moderni, così poco conosciuti, che fanno parte della nostra storia come illustri beni culturali ma anche come quotidianeità.

Gli incontri si terranno presso la Biblioteca Diocesana di Massa, l’Archivio Diocesano di Massa e la Biblioteca culturale apuano Luigi Bonacoscia di Massa.

Gli incontri verranno tenuti con l’ausilio di proiezione di power point e immagini, nonché con materiali esemplari quali libri antichi della Biblioteca Diocesana di Massa e documenti dell’Archivio Diocesano di Massa

posted by on News

No comments


Seminario di studio sulle danze e i ritmi del Sud Italia

Viaggio etnomusicologico nel multiforme mondo delle danze popolari, attraverso le molteplici tipologie di tarantella (salentina, calabrese, del gargano, campana).
Danze ascolti, racconti e proiezioni su un mondo affascinante e sempre vivo. Per  conoscere, divertirsi, sudare, abbandonarsi.
Insieme alla danza saranno apprese le tecniche del tamburo a cornice e di canto popolare.

Per imparare non sono necessarie nè conoscenze pregresse nè particolari forme fisiche.
Si balla come si è, ognuno con l’energia e l’intensità che desidera.

Durante l’anno si prevedono incursioni nelle danze del nord italia ed occitane, nonché approfondimenti su particolari stili con esperti da tutta Italia.

Per il 2015-2016 il seminario è attivo presso :

Associazione La Crociata, Via della Crociata, Sarzana (SP)
Orario: Tutti i venerdì dalle 18.00 alle 19.30
Primo incontro venerdì 9 ottobre 2015.
La prima partecipazione è gratuita.

Per iscrizioni e info: 3201140420 – 3356403509 – musica@surus.it

Per sapere qualcosa di più sulle danze e sul gruppo che le insegna leggi qui

posted by on News

No comments

Un modo diverso per viaggiare attraverso la via Francigena e il territorio di costa da Massa-Carrara alla Spezia. Guide turistiche autorizzate pronte a partire con piccoli gruppi, automuniti o meno (pulmino max 7 posti) alla volta di luoghi meno noti, di storia ed arte, centri storici, pievi e tipicità lungo la via Francigena e oltre: dal castello Malaspina di Massa al centro storico di Sarzana, dall’antica pieve di Sant’Andrea in Sarzana all’incredibile Duomo di marmo di Carrara, dagli scorci di Bocca di Magra e Montemarcello alle millenarie cave di marmo di Carrara

Ogni volta in tragitti e storie nuove, su misura e richiesta del pellegrino, sempre a prezzi equi e solidali.

Percorsi realizzabili (su prenotazione)

Percorso 1
Mattina: Carrara, il centro storico e le cave: dalla collegiata medievale di Sant’Andrea ai luoghi dell’anarchia, una passeggiata nella città di marmo in cui ogni pietra racconta una storia, antica e moderna, come quella lunga e faticosa delle cave di marmo, tesoro inestimabile di pietra e lavoro umano mai abbastanza valorizzato

-pranzo ristorante convenzionato a Colonnata

Pomeriggio: Luni-Sarzana: dal marmo delle cave al suo impiego nella suggestiva colonia di Luni, per immergersi nel tempo perduto del mondo di Roma antica, e nella cittadina di Sarzana, vitale centro di origine medievale da assaporare con le sue tipicità.
-aperitivo convenzionato a Sarzana

Percorso 2
Mattina: Portovenere: un’affascinante passeggiata nel carrugio antico fino al promontorio con la magia della piccola chiesa di San Pietro, la perduta grotta di Byron, la ricca chiesa di San Lorenzo e l’imponente castello.
-pranzo in ristorante convenzionato a Portovenere

Pomeriggio: Cinque terre via battello: partendo da Portovenere, un suggestivo tour via mare per ammirare ciascuna delle Cinque Terre, godendo della cornice naturalistica, con mirati approdi per lasciarsi incantare da colori, sapori e atmosfere.
-aperitivo convenzionato a Monterosso

Percorso 3
Mattina: Massa, il centro storico ed il castello: nella valle dei cento castelli quello di Massa è protagonista, per ampiezza, storia, fascino, posizione, a dominio della città rinascimentale, con i suoi palazzi dipinti e le sue chiese barocche che ispirarono poeti e scrittori.
-pranzo ristorante convenzionato a Massa

Pomeriggio: Carrara, il centro storico e le cave: dalla collegiata medievale di Sant’Andrea ai luoghi dell’anarchia, una passeggiata nella città di marmo in cui ogni pietra racconta una storia, antica e moderna, come quella lunga e faticosa delle cave di marmo, tesoro inestimabile di pietra e lavoro umano mai abbastanza valorizzato
-aperitivo convenzionato a Carrara

Percorso 4
Mattina: Fosdinovo, il borgo ed il castello: muoversi nel passato tra le mura di un castello vivo da mille anni, tra storie di presenze reali o fantastiche dell’antica famiglia Malaspina, per affacciarsi, ogni volta più in alto, sul panorama mozzafiato della costa tosco-ligure.
-pranzo convenzionato a Fosdinovo

Pomeriggio: Ameglia, Montemarcello, Bocca di Magra: un assaggio di val di Magra a partire dal tipico borgo di Ameglia, passando per la terrazza naturale di Montemarcello, per arrivare al porticciolo di Bocca di Magra, tra passato e presente, per respirare l’aria di Toscana che diventa Liguria.
-aperitivo convenzionato a Bocca di Magra

Percorso 5
Mattina: Castelnuovo Magra, Ortonovo, Nicola: i borghi collinari della val di Magra, tra castelli, vicoli, santuari e panorami unici.
-pranzo convenzionato a Nicola

Pomeriggio: Massa, il centro storico ed il castello: nella valle dei cento castelli quello di Massa è protagonista, per ampiezza, storia, fascino, posizione, a dominio della città rinascimentale, con i suoi palazzi dipinti e le sue chiese barocche che ispirarono poeti e scrittori.
-cena ristorante convenzionato a Massa 

Percorso 6
Mattina: Caprigliola – Aulla, il mistero di San Caprasio e la fortezza: lo splendido borgo di Caprigliola, tosco-ligure, un tempo strategico snodo della Via Francigena, oggi porta della Lunigiana ed Aulla, miseramente devastata dal conflitto mondiale che offre due gioielli storici da non perdere: il ritrovamento delle reliquie credute disperse di San Caprasio e la fortezza-museo della Brunella.
-pranzo convenzionato a Podenzana

Pomeriggio: Lerici – Tellaro: dalla perla del golfo dei poeti aperta sul mare, ariosa e signorile con le sue chiese, il castello e la grande piazza centrale, alla piccola e suggestiva Tellaro, tesoro nascosto dove respirare sapori e atmosfere marinare.
aperitivo convenzionato a Tellaro 

Informazioni tecniche
– spostamento autonomo
– su richiesta, fino a 7 persone, possibilità di trasporto su pulmino. Costo aggiuntivo da 5 a 7 euro a persona in base alle presenze.

Costi
12 € metà giornata
22 € giornata intera
La quota comprende: visita guidata con guide turistiche autorizzate.
La quota non comprende: eventuali biglietti ferroviari, navali o museali nonché pranzi e aperitivi.

 Numero minimo e prenotazioni
Le visite guidate si effettuano con un numero minimo di 5 persone.
È necessaria la prenotazione.

Info
Associazione Surus, 320 2326795, 320 1140420, turismo@surus.it